SPEDIZIONE
K2
GALLERY
PROTAGONISTI
NEWS-DIARIO
SPONSORS
SCOIATTOLI CORTINA
News dalla spedizione
Timeline 1954
Previsioni Meteo
Radio Cortina
PORTFOLIO
LUGLIO
L M M G V S D
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31
23-07-2004
Fabrizio Spaziani: riflessioni sulla "seconda mente"
"Quando la "prima mente" (quella legata al cuore, alla passione) decide per una permanenza in quota, la "seconda mente" (quella autonoma del corpo) non discute sulla fattibilitą di tale azione...." Fabrizio Spaziani, medico della Spedizione degli Scoiattoli, coglie quest'attesa che si prolunga al Campo base per alcune interessanti considerazioni sul (problematico) acclimatamento degli alpinisti alle pił alte quote.
...E’ come se in ciascuno di noi ci fosse un altro cervello, scevro da ogni sentimento, in grado di modificare meccanismi fisiologici in funzione di una logica matematica, perfetta. L'ambiente a 8000 metri non è favorevole alla vita dell'uomo. Manca, o quanto meno è ridottissimo, un elemento vitale: l'ossigeno. Eppure il corpo umano, per brevi periodi, riesce ad adattarsi a tale situazione. Modificazioni biochimiche, bioumorali e funzionali mirano all'equilibrio del corpo con l'ambiente esterno. In una sorta di economia di consumo l'organismo mette in atto dei meccanismi che gli permettono di "vivere con poco" (ossigeno). Sorprende come tutte queste variazioni funzionali sembrino essere frutto di un ragionamento logico, del lavoro di una mente che non conosce sentimento, passioni, rischio, audacia, ma il solo calcolo matematico che risponde all'imperativo della sopravvivenza, della conservazione, dell'automantenimento.

Quando la "prima mente" (quella legata al cuore, alla passione) decide per una permanenza in quota, la "seconda mente" (quella autonoma del corpo) non discute sulla fattibilità di tale azione. All'improvviso, però, deve risolvere un problema che minaccia la sua incolumità: l'ipossia (riduzione dell'ossigeno nell'aria). E' allora che la "seconda mente" si arrovella "il cervello" per trovare il modo di non soccombere. All'inizio sembra quasi non riuscire a fronteggiare la mancanza di ossigeno. Il respiro è troppo rapido, quasi non risolve la fame d'aria, il cuore batte sempre troppo veloce anche a riposo. Ma, in realtà, sa già come agire, sembra l'abbia sempre saputo. Sono i primi espedienti (allarmanti) che la "mente" adopera per rispondere a questa esigenza vitale negata dalla quota. E' così che decide di far funzionare i vari organi, apparati, ormoni, in una maniera differente dal solito. Poco dopo, infatti, si innescano aggiustamenti più fini a livello biochimico e bioumorale. Tutto questo nell'ottica di sfruttare al massimo il poco ossigeno presente nell'aria e garantire quindi la sopravvivenza in quota....

Vai all'articolo completo del dott. Fabrizio Spaziani

di Fabrizio Spaziani (medico della K2 Expedition 1954-2004 degli Scoiattoli di Cortina d’Ampezzo

Nella foto di questa pagina: il Dott. Fabrizio Spaziani presso la Sella dei Venti alla base dello Sperone Abruzzi (5300m) ph Vincenzo Segala.


 Fabrizio Spaziani

NEWS
30-03-2005
Gli Scoiattoli di Cortina e la solidarietà alle popolazioni del Baltoro
05-01-2005
Lino Lacedelli nominato Cavaliere di Gran Croce
29-11-2004
Cortina e il K2: una Mostra per rivivere le emozioni del 1954 e del 2004
22-11-2004
26 novembre. Gli Scoiattoli del K2 a Cormòns
02-11-2004
Scoiattoli dal Santo Padre e dal Presidente della Repubblica: un ricordo indelebile
METEO
28-07-2004
Una bassa pressione minore tra il Kashmir e il Tibet influenzerà la zona del K2 con precipitazioni presenti quasi tutti i giorni. Durante il fine settimana condizioni forse un pò più asciutte con, a volte, sporadici rovesci.

powered by Mountain Network