SPEDIZIONE
K2
GALLERY
PROTAGONISTI
NEWS-DIARIO
SPONSORS
SCOIATTOLI CORTINA
News dalla spedizione
Timeline 1954
Previsioni Meteo
Radio Cortina
PORTFOLIO
NOVEMBRE
L M M G V S D
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30
03-08-2004
Gli Scoiattoli (a tappe forzate) sulla via del ritorno
Ritorno a casa: ce la stanno mettendo proprio tutta, gli Scoiattoli, per abbreviare le tappe del trekking. E la felicità è anche il profumo di un fiore e di un bosco.
Quanta voglia hanno di tornare a casa gli Scoiattoli? Tanta, davvero! Lo dimostra la tabella di marcia fin qui sostenuta. La strada scelta per il rientro è quella che da Concordia attraversa il Passo Gondogoro La (5750m) per accedere all'omonima Valle di Gondogoro, quindi alla Valle di Hushe e giungere infine a Skardu. Un percorso "alternativo" a quello di andata lungo il ghiacciao del Baltoro.

Partiti, domenica 1 agosto, dai 5000m del Campo Base del K2gli Scoiattoli, transitando per il Broad Peak Camp, sono scesi all'anfiteatro di Concordia, uno dei più spettacolari del mondo con: G IV, G I, G II, Mitre Peak, Broad Peak e naturalmente sua maestà il K2 a far da sfondo. Dopo 7-8 ore di cammino, accompagnate da nevicate e costante brutto tempo (a dispetto del magnifico panorama ovviamente invisibile), il primo giorno di marcia si è poi concluso ad Ali Camp (5050m).

Una prima, lunga e faticosa tappa, che solitamente viene percorsa in due giorni, preparatoria per la tappa clou che prevedeva lo scavalcamento dei 5750m del Gondogoro La. 700 metri di dislivello in salita e 2250m in discesa, sempre affrontati con il brutto tempo, che lunedì 2 agosto hanno condotto il gruppo a Shaishu. Dalle 12 alle 14 ore di marcia che hanno visto la performance di Lorenzo Lorenzi, classe di ferro 1940, che ha stupito tutti i compagni per l'eccezionale stato di forma (la classe del mitico "Veleno" non è acqua!).

Oggi, martedì 3 agosto, breve tappa di trasferimento a Hushe e da qui (finalmente in jeep) il gruppo ha raggiunto Khande, dove passerà la notte ospite di Ibrahim, l'organizzatore (e capo chef) del loro Campo Base al K2. Domani altro trasbordo in jeep per il capoluogo del Baltistan, Skardu.

Tutti gli Scoiattoli stanno bene, ovviamente sono felici, rilassati anche se stanchi per la lunga marcia e quasi due mesi di spedizione. La cosa che desiderano di più? "Una bella doccia e tornare a casa". La cosa più bella? "Il profumo di bosco che tutti abbiamo avvertito avvicinandoci a Shaishu…" ci dice al satellitare Giuseppe Ghedina, e poi aggiunge: "Magari lì a casa vi sembrerà un'inezia, ma non avete idea della felicità che si prova rivedendo gli alberi e i fiori, dopo più di 40 giorni in cui il nostro orizzonte era solo ghiaccio e pietre…"

Nella foto: Campo base del K2 (ph Giuseppe Ghedina).


Brevi commenti, i dati, le prime foto della salita dei 6 Scoiattoli arrivati in vetta
Le tappe della salita: Scoiattoli 2004 e Spedizione del 1954
Portatori d'alta quota: grandi himalaysti
Via Sperone Abruzzi
Portfolio "Trekking avvicinamento"
Portfolio "Salita"


 Lorenzo Lorenzi

NEWS
30-03-2005
Gli Scoiattoli di Cortina e la solidarietà alle popolazioni del Baltoro
05-01-2005
Lino Lacedelli nominato Cavaliere di Gran Croce
29-11-2004
Cortina e il K2: una Mostra per rivivere le emozioni del 1954 e del 2004
22-11-2004
26 novembre. Gli Scoiattoli del K2 a Cormòns
02-11-2004
Scoiattoli dal Santo Padre e dal Presidente della Repubblica: un ricordo indelebile
METEO
28-07-2004
Una bassa pressione minore tra il Kashmir e il Tibet influenzerà la zona del K2 con precipitazioni presenti quasi tutti i giorni. Durante il fine settimana condizioni forse un pò più asciutte con, a volte, sporadici rovesci.

powered by Mountain Network